Come cambia la politica sociale degli affitti

L’Italia è uno dei paesi europei con la più alta percentuale di case di proprietà: circa l’85% delle famiglie possiede un’abitazione. Rimane comunque una fetta rilevante di famiglie che vivono in affitto: quasi 4,7 milioni in base ai dati Istat del 2010. Dato non trascurabile a cui vanno aggiunte le controparti ovvero i proprietari. Il tema dell’affitto interessa quindi una … Continua a leggere

La retorica del finto sostegno alle famiglie italiane

Settimana scorsa si è tenuta a Milano la conferenza nazionale della famiglia. Tre giorni di incontri per parlare di politiche sociali di sostegno alle famiglie Italiane in cui sono intervenuti l’organizzatore (il sottosegretario Carlo Giovanardi) e il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi. Gli obiettivi del piano per le famiglie sono ambiziosi: un fisco più equo con l’aumento degli assegni familiari … Continua a leggere

Macelleria Sociale per gli invalidi veri

Spesso diamo per scontata la nostra condizione di persone “normali”. Di norma, solo quando ci scontriamo direttamente con il mondo dell’invalidità – a causa di una tragedia che colpisce un nostro amico o parente – acquisiamo quella consapevolezza e quell’attenzione che fino al giorno prima trascuravamo.   Naturalmente l’invalidità di una persona cambia da caso a caso: un conto è … Continua a leggere

Bonus bebè nel decreto anti crisi: un prestito da restituire allo Stato con gli interessi

Tra i provvedimenti presenti nel decreto predisposto dal governo contro la crisi economica è previsto un aiuto per le famiglie in cui si verificano nuove nascite o che adottano bambini portatori di malattie rare (2008-11-28 Il Sole24Ore.doc e 2009-01-09 Il Sole24Ore.doc). L’allargamento di una famiglia comporta sacrifici che, soprattuttoin un periodo di recessione, dovrebbero essere sostenuti economicamente, tramite appositi interventi da … Continua a leggere

Agevolazioni anti-crisi per i mutui a tasso variabile: molto fumo, poco arrosto

Il piano anti crisi economica predisposto dal governo prevede l’introduzione di misure per aiutare i cittadini con mutui a tasso variabile già sottoscritti (A) o da sottoscrivere durante il 2009 (B) (2008-12-02 Il Sole24Ore.doc). Il provvedimento si attua con le seguenti modalità: (A) L’importo delle rate dei mutui a tasso variabile sottoscritto entro il 31 ottobre 2008 non potrà superare il … Continua a leggere

Lo Spot della Social Card

 Tra i provvedimenti inclusi nel recente decreto anti-crisi, predisposto dal Governo, è presente una norma, già anticipata a giugno dal documento di programmazione economica finanziaria, che prevede l’introduzione di una carta sociale anonima per gli acquisti degli anziani a basso reddito. Più precisamente, il beneficio spetta ai cittadini residenti over 65 anni con un reddito annuo inferiore ai 6mila euro … Continua a leggere

Rinegoziazione dei mutui: le Banche ringraziano

Il ministero dell’Economia e l’Abi (Associazione Bancaria Italiana) hanno raggiunto il 21 maggio scorso un accordo sulla rinegoziazione dei mutui a tasso variabile. L’iniziativa è stata annunciata dal Governo e dall’Abi con toni molto positivi, enfatizzando il fatto che le banche sarebbero disposte a farsi carico dei problemi di chi deve ripagare il mutuo sulla casa. In sostanza l’accordo è … Continua a leggere