Me ne frego (del rating)

  17 Gennaio 2012. Mentre ci troviamo in piena tempesta finanziaria ed i capitani dei singoli Paesi si affannano a tenere a galla la nave Europa, forse qualcosa si nuovo è all’orizzonte. Forse.   Vero è che l’agenzia di Rating Standard & Poors ha recentemente declassato ben 9 Paesi Europei (tra cui Italia e Francia) e Fitch preannuncia di procedere … Continua a leggere

Il punto di non ritorno si avvicina?

Rigorosa, poco equa, necessaria ma non sufficiente, timida e carente in fatto di crescita. Sembra che queste siano in sintesi le principali caratteristiche di questa manovra economica. Ancora una volta non sono stati toccati i grandi interessi mentre i privilegi sono stati appena sfiorati. Forse si è persa una grande opportunità: un Governo che non doveva seguire il consenso di … Continua a leggere

Equità o quaraquaqua?

Una premessa: la responsabilità politica della manovra economica che si sa delineando e di quelle che seguiranno nei prossimi mesi è di chi ci ha amministrato in questi anni senza intervenire minimamente per risanare il Paese ma aggravandone progressivamente la situazione economica e sociale. Se non partiamo da questo presupposto rischiamo di farci nuovamente ingannare da quei politici che oggi … Continua a leggere

In attesa dell’Equità

Nelle prossime ore il nuovo Governo presenterà i primi provvedimenti per arginare la grave situazione economica che stiamo attraversando. In questi giorni si sono susseguite diverse voci e ipotesi su quali saranno le principali novità: da una tassa sui patrimoni, ad un ulteriore aumento dell’iva, al ripristino dell’ICI, alle liberalizzazioni, fino alla dismissione di parte del patrimonio dello Stato. Di … Continua a leggere

Contrasti apparenti

Pochi giorni fa è stato pubblicato il rapporto della Caritas per l’Italia. Il 13,8% della popolazione italiana vive in uno stato di povertà, di cui il 5,3% in povertà assoluta. I dati, come si poteva ipotizzare in un periodo di crisi economica, sono in crescita rispetto l’anno scorso. Dal rapporto emerge un dato particolarmente preoccupante: circa il 20% delle persone … Continua a leggere

Milano in mano ai talebani

Sono veramente preoccupato. La città in cui lavoro, rischia il tracollo. Un eventuale cambio di colore nella giunta di Milano porterà un’invasione di immigrati, la formazione di centinaia di campi nomadi, la costruzione della Moschea più grande d’Europa come base di Al Qaeda, un aumento immediato delle tasse locali. Non solo: i drogati invaderanno le scuole, tutti i locali della … Continua a leggere

Assenza di memoria e senso civico

«Pur con questa crisi in Italia non muore nessuno perché lo Stato é vicino alle persone e a chi ha bisogno». «Non mi pare ci siano persone che siano in condizione tale da dire: “abbiamo fame”» «Oggi non c’è nessuno che perdendo il lavoro non venga aiutato dallo Stato. C’è la cassa integrazione per i precari, così come per i … Continua a leggere

Roberto Saviano ed il Cardinale Tettamanzi uniti da un insolito destino

E’ toccato il 7 dicembre u.s. al Cardinale Dionigi Tettamanzi. Roberto Calderoli (Lega) lo ha accusato di “essere un Imam”. Tettamanzi aveva invocato una linea meno dura nei confronti dello sgombero dei campi Rom nell’area Milanese. Secondo Calderoli «Tettamanzi non c’entra nulla con il suo territorio» (diocesi di Milano).   Il 10 dicembre è poi toccato a Roberto Saviano, reo … Continua a leggere

Non sono Eroi

Ai 6 militari italiani caduti durante la missione in Afghanistan va tutto il mio cordoglio ed il mio rispetto. Ma non sono degli eroi. Sono persone che si sono arruolate volontariamente, che sono andate volontariamente in Afghanistan, un paese in cui è in corso una guerra. Ripeto, a questi soldati e alle loro famiglie va tutto il mio rispetto ma … Continua a leggere