Quando Domanda e Offerta di Lavoro non si incontrano

  Alcuni giorni fa il Ministero del Lavoro ha pubblicato le statistiche sulla coesione sociale (fonte Istat). Emerge un dato signficativo e forse per certi versi singolare. I posti di lavoro persi in Italia dal 2007 al 2011 sono circa 250mila ma in realtà gli italiani hanno perso 1 milione di posti di lavoro mentre si sono creati 750mila posti … Continua a leggere

Licenziamento Economico

Il tema del momento è la riforma del mercato del lavoro. Obiettivo: aumentare la flessibilità dando maggiori possibilità ai lavoratori di ricollocarsi in caso di licenziamenti, diminuire il precariato, rendere il sistema di ammortizzatori sociali più efficace, mettere le aziende nelle condizioni di adeguarsi con maggiore tempestività all’andamento dei cicli economici. Belle parole, per carità. In effetti, potrebbe essere una … Continua a leggere

I nuovi terroristi

Sta suscitando molto clamore la norma inserita nella lettera inviata all’Unione Europea da parte del Governo italiano in cui si promette di modificare – entro maggio 2012 – la normativa che regola le modalità di licenziamento per i lavoratori con contratti a tempo indeterminato. Già ad agosto nella manovra economica era stato inserito un articolo che – in deroga alle … Continua a leggere

Mi ero sbagliato è peggio di quanto pensavo

Alcune settimane fa avevo evidenziato come – con l’approvazione dell’articolo 8 contenuto nella manovra economica di ferragosto – si introducesse la possibilità di licenziare un lavoratore anche senza giusta causa. In realtà mi sono reso conto che gli effetti di questo articolo sono ancora più gravi e penalizzanti per i lavoratori. Come già detto, questa norma sovverte il modello attuale … Continua a leggere

Flessibilità a novanta gradi

Ormai non si fa tempo ad andare in vacanza che – al ritorno – scatta l’ennesima manovra economica. Solo a luglio era stata varata una manovra triennale che doveva, nelle intenzioni dei relatori, portare l‘Italia al pareggio di bilancio entro il 2014. Le caratteristiche di quella pessima manovra economica e le motivazioni che ne evidenziavano gli effetti negativi sono elencate … Continua a leggere

Non è tutto oro quello che luccica

Uno dei pochi indicatori economici che pone l’Italia in una condizione migliore rispetto alla media dei paesi industrializzati è quello relativo al tasso di disoccupazione (rapporto 2010 OCSE sull’anno 2009, pag.273). Un dato relativamente positivo (7,8% a fine 2009) e di grande importanza in quanto il lavoro è la base per creare benessere per i singoli cittadini e – ancora … Continua a leggere

Dovete lavorare di più

Sentiamo spesso parlare di produttività. Semplificando possiamo definire la produttività come la capacità di generare valore (per esempio un oggetto o un servizio, più in generale un bene) minimizzando lo sforzo per realizzarlo. La bassa produttività applicata al lavoro porta ad una crescita limitata e di conseguenza rende un Paese meno competitivo, sottraendo benessere ai cittadini. E’ il caso dell’Italia, … Continua a leggere

Lo Stivale impantanato

Negli anni ’80 il gruppo rock-demenziale degli Skiantos intitolava in maniera provocatoria un album “non c’è gusto in Italia ad essere intelligenti”. Dopo oltre 20 anni alcune cose nella società italiana sono cambiate e migliorate. Altre, purtroppo, appaiono immutabili.   In Italia è utile utilizzare la propria intelligenza e capacità?   Proviamo a rispondere analizzando il concetto di meritocrazia:   … Continua a leggere

Gli immigrati rubano il lavoro agli italiani (?)

Mi capita spesso di sentire affermazioni come questa da conoscenti, dall’uomo della strada intervistato in TV, da alcuni politici e nei commenti ad articoli pubblicati sui giornali.   E’ una trappola in cui è facile cadere se si guarda il mondo con i paraocchi e si ignora la realtà multietnica in cui viviamo da parecchi anni. In effetti, se fosse … Continua a leggere

Meno tutele per i lavoratori con la nuova legge sul lavoro

A inizio marzo, dopo circa due anni e quattro letture parlamentari, è stato approvato dal Senato il disegno di legge che riforma il mondo del lavoro. La notizia ha avuto poco spazio sui giornali ma merita un approfondimento, in quanto riguarda i diritti ed i doveri di tutti i lavoratori, nonché il loro futuro.  Il provvedimento è costituito da 50 … Continua a leggere