I Pagliacci

tasse,lega,vitalizio,condoni,famiglie,lavoro,articolo 8,pagliacci

Fino a poche settimane fa erano al Governo. Negli ultimi dieci anni hanno guidato il Paese, quasi ininterrottamente, contribuendo  – e di questo bisogna dargli il giusto merito  – in maniera decisiva a portare l’Italia sull’orlo (o forse oltre) del fallimento.

Hanno votato tutti i condoni fiscali, tutti i condoni edilizi varati dai Governi di cui hanno fatto parte; si sono opposti all’eliminazione del vitalizio per i parlamentari, hanno protetto poche centinaia di allevatori che non hanno mai pagato le multe sforando le quote latte a loro assegnate e determinando sanzioni da parte dell’Europa pagate con soldi pubblici.

Hanno contribuito ad incrementare la spesa pubblica passata da circa 500 miliardi/anno nel 2000 a 800 miliardi/anno nel 2009 (e non ho sottomano i dati del 2010); solo nel 2009 hanno incrementato il debito pubblico di 100 miliardi; per non parlare dell’andamento di altri indicatori economici che nell’ultimo decennio sono decisamente peggiorati (dettagli).

Hanno ridotto i fondi di sostegno alle famiglie italiane che passeranno 2.520 milioni di euro (2008) a 472 milioni di euro (2013): -80%.

Hanno ridotto le tutele di molti lavoratori abrogando il meccanismo che bloccava il malcostume attraverso cui molti datori di lavoro facevano sottoscrivere al dipendente le dimissioni in bianco come condizione per ottenere il lavoro; ne hanno ridotto i diritti votando l’articolo 8 alla manovra di agosto 2011, attraverso cui, sotto alcune condizioni sarà possibile effettuare licenziamenti senza giusta causa (e non solo)  in deroga alle leggi nazionali.

Hanno frenato liberalizzazioni e concorrenza senza proporre alcuna ricetta per la crescita del Paese. E per quanto riguarda le tasse – limitandosi esclusivamente al 2011 – hanno votato tutte le manovre economiche in cui sono stati introdotti o incrementati balzelli vari.

Milleproroghe. Esempi: tassa sul cinema (poi tolta incrementando le accise sulla benzina), aumento di irpef e accise benzina per le regioni colpite da calamità naturali.

Decreto attuativo n.68 sul Federalismo fiscale. Esempio: tassa sugli automobilisti (incremento dell’imposta di trascrizione).

Manovra di luglio. Esempi: tasse sulla benzina, sull’alta velocità, sui ticket e pronto soccorso, sulla giustizia, sulle detrazioni fiscali, su bonus e stock option, su pensioni, su deposito titoli, sulle attività produttive, sui suv.

Manovra di agosto. Esempi: tassa sulle spese di giustizia (in aggiunta a quella di luglio), bollo sui money transfert, incremento dell’IVA, aumendo addizionale IRES.

Però a parte questo (e tutto quello che ho dimenticato), hanno fatto molto bene.

Ti è piaciuto l’articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille. Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.
I Pagliacciultima modifica: 2011-12-18T21:43:00+00:00da sullozero
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “I Pagliacci

  1. Questa brava gente,
    dopo avere messo in ginocchio l’economia del ns. Paese,
    insieme ai consoci pdl, da un mese ha deciso di fare”opposizione”,
    spera così di tamponare la temuta astensione dal voto, del loro
    elettorato, e magari rubacchiare qualche voto al pdl, nelle elezioni
    del 2013.

Lascia un commento